domenica, novembre 15, 2009

GNOCCHI DI PATATE



Da bambina guardavo incantata la mia nonna Gina mentre dava "la ditata" su ogni gnocco. In questi anni, invece, li ha sempre fatti mia suocera con veloce maestria e io... sempre osservavo e imparavo.
Non li avevo mai fatti da sola, ma quando il mio bambino-di-mezzo mi ha detto "Mamma, ma è tanto che non mangiamo gli gnocchi!", non ho saputo esimermi.
Oggi è una domenica casalinga, di convalescenza dall'influenza, e ci siamo cimentati bardati col grembiule.
Sublimi!

INGREDIENTI (per 5 persone):
1 KG di patate
200-250gr di farina (dipende da quanto assorbono le patate)
1 uovo
sale

Dopo aver sbucciato le patate, controllarne il peso: devono essere 1kg.
Tagliarle a pezzi e cuocerle a vapore 10minuti in pentola a pressione.
Passarle tre volte con lo schiacciapatate, finchè sono calde, e metterle a fontana su un grosso tagliere di legno.


Aggiungere la farina, l'uovo e un pizzico di sale.


Impastare.


Fare dei salami e man mano tagliarli a pezzetti.


Fare di ogni pezzetto una pallina con le mani.



Successivamente, sul retro di una grattugia, passare ogni pallina,premendo leggermente in modo da fare un incavo su ogni gnocco.




Buttare gli gnocchi un po' alla volta in abbondante acqua salata e scolare con la schiumarola solo quando vengono a galla.
Condire con salsa di pomodoro, o ragù o pesto alla genovese.


UN TRUCCHETTO per congelare gli gnocchi di troppo:
Adagiare gli gnocchi cotti distanziati su un piatto (meglio sopra ad un foglio di carta forno).


Mettere il piatto in freezer per un'ora e tirarlo fuori.
Staccare dal piatto gli gnocchi surgelati.


Inserire gli gnocchi in un sacchetto da freezer. In questo modo resteranno uno staccato dall'altro. Conservarli in freezer.


Basterà scongelarli e buttarli in acqua bollente per gustarseli una seconda volta!


P.S: La ricetta dell'appetitosa PIZZA SU BASE DI PATATE ha lo stesso impasto degli gnocchi. L'avete già provata?

13 commenti:

Milena ha detto...

Mi hai fatto venire una voglia......
domenica prossima li faccio anch'io.
Milena

Anonimo ha detto...

...tanto per dire, li puoi incavare anche facendoli scorrere su una forchetta, così assumeranno anche delle righine, rendendoli molto leggeri :)

Federica ha detto...

io sono una supera fan degli gnocchi (pure io imparati guardando la nonna jolanda al lavoro!!!) e li faccio piuttosto spesso... ma il trucco di come congelarli non lo sapevo e mi ero sempre chiesta come fare per evitassero che facessero un unica massa :) grazie mille per la dritta ;) baciotti

fede

Anonimo ha detto...

Mi cimenterò di sicuro...sono uno dei miei piatti preferiti, ma ho sempre avuto chi li fa per me (nonna, zie varie...)
Ci proverò anche io!

Ciao - Claudia

Gallinavecchia ha detto...

Sai che non li ho mai fatti? Ma dopo questo tuo appetitosissimo corso passo-per-passo non ho più scuse! ;)

"RoseRosa" ha detto...

voglio provarli anch'io, non sono mai riuscita, grazie!
ma se volessi aggiungere la zucca o gli spinaci è lo stesso procedimento?

G.

Erre54 ha detto...

ma io non metto l'uovo...
provero'
grazie
Mr

Erre54 ha detto...

ma io non metto l'uovo...
provero'
grazie
Mr

Anonimo ha detto...

Ciao Franci tesoro caro, a Genova piove e tira vento, ne sai qualcosa tu, di quando sembra che questo nostro mare si faccia nuvola e si sparga su tutti noi arricciando i capelli alle signore e raddoppiando i mugugni quotidiani di chi si trova imbottigliato nel traffico. Ebbene, tutto questo solo per dirti che mi dedicherò agli gnocchi, e saranno col pesto, naturalmente.
Bacini stretti a tutti voi
Anna

fux ha detto...

@anna:
Anninaaaaaaaaaaaaaa!
Ma poi hai fatto la pizza su base di patate e il salame di tonno?
baci baci
Franci

Giorgio Candia ha detto...

Il problema di alcune patate, comunque, è quello di avere troppa acqua nella loro consistenza; di conseguenza quando si impastano non legano uniformemente con la farina, ma creano i cosiddetti "grumi", sicchè la preparazione diviene un po’ più dura. Le patate rosse calabresi della Sila , invece, hanno poca acqua sia per il fatto che viene coltivata ad un'altezza di 1000 m e più (patata di alta montagna), sia per la particolarità dello specifico tubero; quando la si impasta con la farina si lega perfettamente con essa senza formare grumi. Avrete così una consistenza di farina e patata in ugual misura, così da aver il vero gnocco di patate. Considerazioni analoghe possono farsi nelle preparazioni di gateau, purè, ed altri sfornati.
E che dire se la patata rossa poi la si sperimenta come patata fritta?? Ammesso sempre che riusciate a mangiarla prima dei vostri figli.
Giorgio Candia
www.saporidellasibaritide.it

fux ha detto...

@ giorgio candia:
Grazie mille di questa bellissima lezione di cucina.
Sono onoratissssssssssima!

Manuela ha detto...

... questo è un piatto fantastico per la famiglia... la mia nonna usava la forchetta invece che la grattugia... venivano fuori con tante righine...
Manuela