martedì, aprile 07, 2009

UNA PREGHIERA GUARDANDO LE VIOLE


Oggi, come ieri, ascolto attonita le notizie del radiogiornale.
Non riesco proprio a sorridere, bevendouna tazzina di caffè bollente.
Guardo le mie viole con lo sguardo incantato e dico una preghiera per chi è sotto a quelle macerie... e per chi è sopra disperato.
E noi qui, in Friuli... che non ci è successo niente oggi... ma nessuno ha dimenticato quello che è successo allora.

3 commenti:

miky ha detto...

Chi, come me, aveva già l'età per capire cosa stava succedendo qui in Friuli nel 1976, non può rimanere indifferente davanti a certe immagini. Un abbraccio virtuale a tutti coloro che si trovano in difficoltà in questo momento.

PAOLA DECORARTE ha detto...

Ciao, Francesca.
Commento questo tuo post chiedendoti, quando vuoi, di dare un'occhiata al mio blog, dove parlo di una mia iniziativa tutta particolare a favore dei terremotati.
Grazie e buona giornata
ciao
Paola

DIANA ha detto...

grazie per le tue preghiere,dalla mia zona tanti ragazzi s'è portato via il maledetto terremoto..domani il primo funerale qui a giulianova.