venerdì, febbraio 08, 2008

PAPPETTA DI FARINA E BIANCO D'UOVO




Qui non c'è niente di gustoso. Non si mangia.
E' un antinfiammatorio potentissimo. Un vero rimedio della nonna.
Sulle infiammazioni in genere, distorsioni (la banale storta alla caviglia), epicondiliti, talloniti... tutte quelle magagne che finiscono in "iti", insomma.

Questa operazione va fatta prima di andare a dormire la sera.
Agisce lentamente di notte.

Si mischia un bianco d'uovo con un cucchiaio di farina.
Deve risultare una pappetta molliccia.
Spalmarla sulla parte infiammata e avvolgerla con due fogli di carta da cucina (badate, CARTA, non pellicola).
Fasciare dolcemente (se è un piede basta una calza).
La mattina l'impacco sarà duro come una cartapesta. Staccarlo senza bagnarlo e lavarsi bene.
Non lascia alcun odore.
Continuare il rimedio per due o tre giorni, fino a quando la mattina non lo si troverà "non indurito". In questo caso, invece, vuol dire che ha già fatto tutto il suo effetto.
Se avanzasse un po' di pappetta, metterla in frigo e utilizzarla il giorno dopo. (Poi buttarla via perchè alla lunga fermenta).

Un unico consiglio: cercare di non spalmare sulle parti troppo pelose per evitare un "effetto ceretta" di primo mattino.

8 commenti:

marzia ha detto...

Slurp, slurp!!
buon fine settimana.
Marzia

Laura ha detto...

Ma...non ho caoito: il fatto che dopo qualche giorno sia non indurito dipende dalla guarigione?

Erica ha detto...

Il bianco d'uovo sbattuto con una forchetta era spesso utilizzato dalle nostre nonne per togliere il rossore ai sederini dei lattanti.Si applicava la sera e durante la notte faceva effetto. Il mattino successivo il rossore era sparito.A presto! Erica

fux ha detto...

@Marzia: il fatto che il giorno dopo sia indurito vuol dire che era proprio infiammato. Il fatto che NON indurisca più vuol dire che è guarito.

Anonimo ha detto...

Ciao, questo rimedio sembra e' molto utile! Io ne conoscevo una variante in cui nel bianco d'uovo viene messa erba di muro sminuzzata(paretaria) e poi fasciato. Volevo chiederti: ma per carta da cucina intendi lo scottex? O qualche carta particolare? Grazie!

fux ha detto...

Sì sì, carta Scottex!

Cristina Mazza ha detto...

Può andare bene anche per una botta alla caviglia?

fux ha detto...

Perfetta!