sabato, ottobre 13, 2007

L'ABBIAMO CHIAMATA CHIARA MARIA


Questo pannellino verrà nuovamente appeso nella camera di Chiaretta nella nuova casa. Mi è venuto tra le mani durante il trasloco ed ho pensato di raccontarvi com'è nato.
Lo abbiamo realizzato in occasione del suo Battesimo, mettendo l'attenzione su suo nome. (Alla cerimonia non veniva fatta la messa e partecipava solo tutta la nostra famiglia).

Io ho disegnato in mezzo ad un foglio 50cm x 70cm il nome CHIARA MARIA. Una nostra carissima amichetta, Caterina, ha disegnato tutto attorno tutte le cose inerenti il Battesimo: gli amici, anche quelli più infelici (che stellina!), l'acqua, la croce, la gioia espressa con la bellezza della natura...
A disegno finito, sul retro del foglio, ho disegnato una griglia di 35 quadrati 10cm x 10cm, li ho numerati da destra a sinistra (fare attenzione da destra a sinistra!) e li ho ritagliati. Poi ne ho infilato uno in ognuna di 35 buste bianche e le ho mischiate. Su ogni busta ho applicato un fiocchetto rosa con la colla a caldo. Infine ho disposto ordinatamente le buste su un grande vassoio.
Ho preparato un altro cartoncino 50cm x 70 cm con la medesima griglia, ho numerato da sin a destra i quadrati, e al centro di ogni quadrato ho posizionato un piccolo pezzetto di scotch biadesivo trasparente.

Ad un certo punto della cerimonia il sacerdote, nostro caro amico Don Giuseppe, ha invitato tutti i presenti a prendere una busta con il fiocchetto. Ha detto "Ricostruiremo assieme un puzzle e scopriremo cosa ne verrà fuori".
(Io, vicino al cartellone, dicevo sottovoce: "Dietro al cartoncino, c'è un numero!!!").
Gli amici si sono avvicinati, hanno preso una busta, hanno posizionato il tassello sul cartellone, e piano piano si è composto il nome CHIARA MARIA.
Eravamo lì per dare il nome alla nostra creatura tutti assieme.

Non ho spostato i tasselli di una virgola e sono ancora lì incorniciati un po' stortini in ricordo di quel magico momento.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

E QUINDI......

Gallinavecchia ha detto...

Che bellissima idea che hai avuto... mi sono emozionata leggendo
un bacio
Gallina

Patty ha detto...

Cara gallina, probabilmente non sai cosa sono le emozioni vere!!!!!!

laVale ha detto...

Quindi Francesca come sempre ci ha dato un modo, il suo modo, di interpretare un momento importante.
Usare i simboli per fermare le emozioni è un approccio che anche a me fa sentire bene spesso.
Anche io mi sono emozionata.

Naurwain ha detto...

e quindi si tratta di un modo per fissare nella mente un momento importante, per fare sì che tutti si sentano partecipi nell'accogliere una nuova creatura al mondo. Eh si, ci emozioniamo per questo!

Anonimo ha detto...

che bellissima storia!
Grazie di averla condivisa con noi e ai detrattori: "people, get a life you can be this proud of!".
baci
B.

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie