martedì, febbraio 01, 2011

SAPONE FATTO A MANO



Non mi sarei mai buttata da sola in questa impresa. Ah no!
Mi ci ha portato per manina la cara Erica, che è ormai specializzata.
Ogni tanto Erica viene a trovarmi e, come due bambine che giocano assieme, ci divertiamo e lavoriamo una giornata intera a quattro mani.
Questa volta abbiamo fatto il sapone.

Gli ingredienti base del sapone sono la soda caustica, l'acqua e un grasso (olio o strutto). Confesso che non ne avrei saputo indovinare neanche uno solo dei tre!

Sono profondamente riconoscente a chi mette in rete queste ricette che vengono da non so quanti anni di esperimenti.
Ma quale sarà stato il caso che ha fatto venire in mente a qualcuno di unire assieme questi ingredienti? E poi sapete che il tutto deve essere mescolato a 45gradi, non uno più, non uno meno? Ma come l'avranno capito?

Su questi due siti c'è scritto come si fa, che attrezzatura serve, quali ingredienti utilizzare, quali quantità mescolare assieme.

www.il miosapone.it
www.saponeilbello.com


Non è proprio una passeggiata, ma è molto divertente.
E poi semmai, a forza di fare, si migliora sempre qualche dettaglio in più.

Vi faccio curiosare le fasi chiave.

Intanto, non lo vedete, ma ero bardata con grembiule, guanti di gomma, occhiali a mascherina di plastica, mascherina su bocca e naso...
Erica non ridere! Perchè... non ero bellissima?!!!!!!!!!!


Mescolare la soda caustica con la giusta quantità di acqua distillata.
Attenzione ai fumi terribili che si sprigionano...
Anche se si mescola a freddo, la miscela diventa caldissima (70-80gradi)!
Bisogna farla intiepidire fino a 45°.


Scaldare in una grande pentola di acciaio i grassi (io ho fatto strutto e olio di mais). Se si scaldano troppo, bisogna farli abbassare a 45°.
Il difficile è riuscire ad avere a 45° contemporaneamente soda caustica-acqua e grassi sciolti.



Si deve versare nel grasso la miscela di soda caustica-acqua NON VICEVERSA, mescolando.


Azionare forte il frullatore a immersione. Tenerlo immerso per non inglobare aria, altrimenti all'interno del sapone di formano bollicine d'aria. Frullare fino a quando il tutto non si addensa e fa il nastro (come le creme di pasticceria!).
Qui abbiamo aggiunto la profumazione (un boccettino di essenza di rosa mischiata con un cucchiaino di amido di riso e pochissimo olio di mais). Mescolare ancora un po'.



Versare il sapone in stampini di silicone.

Per 24h tenere al caldo gli stampini sotto a una coperta di lana. Levare dagli stampi e lasciar riposare in un cesto all'aria per un mese.
Finalmente si potrà utilizzare.

4 commenti:

Stefy ha detto...

che belli.....e poi...chissa' che profumino!
un bacio
stefy

Lory ha detto...

Wow, ma che pazienza che ci vuole; ma quegli ingredienti si trovano facilmente? Perchè non saprei proprio dove andarli a cercare se ne avessi bisogno.

DonatellaM ha detto...

Ciao Fux,
interessante l'idea!
A presto DonatellaM

PAOLA ha detto...

Che pazienza, Fux!
Anch'io ci avevo pensato una volta. So che è possibile utilizzare una procedura più veloce comprando sapone di glicerina puro e farlo fondere aggiungendo solo profumazioni ed elementi naturali, ma poi, certo, non sarebbe proprio il "vero sapone originale fatto a mano con gli ingredienti base"...
Complimenti!
A presto,
Paola

P.S: è poi piaciuto a tua cognata il fermacarte col cagnolino??