mercoledì, ottobre 22, 2008

COPRIPIUMINO DI LINO CON APPLICAZIONI


Lo sappiamo già che questo è il suo colore.
TANTI AUGURIIIIIIIIIIII DALLA ZIA FRANCI!!!!!
In lino bianco e applicazioni in seta e cotone.
Anche questo con comoda patella da rimboccare ai piedi del materasso.

10 commenti:

simona ha detto...

evabbè!!! ma non dai tempo di curiosare su un post che già ne sta arrivando un altro!!!! e chi sei wonder woman????
bellissimo..... e molto particolare!!
simona

Gallinavecchia ha detto...

Le tue creazioni sono sempre più belle :-)

Erica ha detto...

BELLISSIMO!!!!! Erica

fiore_labs ha detto...

Mi dispiace che non ci siamo incontrateeee!!!
La mia mail
fiorelabs
@
gmail.com

Smak
Fiore

Anonimo ha detto...

Mi pare fosse Glamour o Vanity Fair, comunque una rivista femminile (sono appena tornata dal negozio della mia parrucchiera!), ho letto un bel riferimento al tuo blog. Lo sapevi? Complimenti!


Benvenuta

fux ha detto...

..enno' che non lo so!
Grazie mille della notizia, Benvenuta.
Ti prego, rintracciami la rivista... dimmi qual'è che la compro.
Francesca

Anonimo ha detto...

Dovrebbe essere Glamour, domattina te lo faccio sapere, parlava di www.etsy.com ed era molto interessante.
buona serata
benvenuta

Anonimo ha detto...

Ciao Francesca,
l'articolo che ho letto si rifaceva a questo articolo che ti incollo di seguito, che ho trovato su internet cercando etsy. Non so ancora quale sia il giornale su cui è stato pubblicato, ma dammi tempo e te lo dico, intanto ecco qui il testo...


Commercio elettronico = Ebay. Ma chi l'ha detto?
Scritto da Anna Rado
Vendere coniglietti di stoffa online o insegnare come farli ? In entrambi i casi si possono guadagnare fino a 3 milioni di euro al mese. Come Robert Kalin con Etsi.com
È quasi come se stessimo vivendo un enorme paradosso:
nell'era della globalizzazione, del virtuale, dell'omologazione …
proprio attraverso la democratica internet, i mercati di nicchia, l'artigianato, l'originalità di pezzi in serie limitate possono prendersi la propria rivincita.

E-commerce=E-bay? Se è questo quello che pensate siete rimasti indietro. Oggi ci sono centinaia di siti commerciali o vetrina, tutti altrettanto sicuri ma molto più specializzati. In questo senso è d'obbligo fare un giro in www.etsy.com oppure trarre spunto dai post di http://fuxtuttofattoamano.blogspot.com
Su etsy state certi che troverete il regalo unico, originale e forse è questa la chiave di volta del mercato on line americano che Robert Kalin ha saputo cogliere e applicare. 300mila oggetti venduti in un mese, per un valore di 4,3milioni di dollari. Di etsy apprezziamo soprattutto l'interfaccia: i diversi modi di navigare il sito sino ad individuare il giusto dono per un'amica o per noi stessi.
Dalle opere d'arte alla moda all'artigianato semi-seriale che sfiora i confini del design (molti ben si prestano ad essere industrializzati, e distribuiti in mercati più ampi, altri se ciò avvenisse verrebbero snaturati).
Chiunque può crearsi un proprio profilo per vendere le proprie creazioni (attualmente sono 1224 gli utenti venditori).

Cosa? Patchwork, punto croce, uncinetto, o il fai da te più in genere sono tutti passatempi nei quali avreste voluto cimentarvi ma non sapete nemmeno da dove cominciare? Allora la rete vi viene in contro fin dai primi passi: in internet ci sono guru del cucito, regine del punto croce, creatrici di simpatici coniglietti di cotone (www.littlecottonrabbits.co.uk ) pronte ad insegnarvi tutti i trucchi del mestiere.
Che poi forse è questa la vera chiave di volta del mercato: se invece di comprare un coniglietto di cotone dall'altra parte del mondo imparassi a farmelo sarebbe un coniglietto in meno ad attraversare il mondo, se tutti facessimo i nostri coniglietti DOC sarebbero camion e camion di coniglietti risparmiati sulle nostre strade. Vuoi mettere la soddisfazione?! Vabbè il discorso si fa complicato, io lo spunto l'ho dato, ora sta a voi scegliere tra il fare e il comprare ma sempre e solo coniglietti unici!



Anna Rado: Laureata con lode in Disegno Industriale presso lo IUAV di Venezia e specializzata in Comunicazioni Visive e Multimediali presso la Facoltà di Design e Arti allo IUAV con la tesi "ombre nel cinema"(www.ombrenelcinema.it). Collabora con studi di grafica, architettura e professionisti per la realizzazione di siti internet, video artistici e industriali, render e immagine coordinata. Attualmente collabora come consulente e content manager in PersonalTime (www.ptgroup.it), SG&B (www.virma.it), HDEMO (www.hdemo.com) dove è anche responsabile per il web. Il suo fiore all’occhiello è una sua creatura per la quale sogna un futuro ricco di soddisfazioni: il portale sportivo di beach volley www.hbvmagazine.com.

Email: annarado@gmail.com

ciao!
benvenuta

fux ha detto...

Grazie ancora, Benvenuta.
Anche grazie di avermi segnato la mail della signora Rado, così ho potuto ringraziarla.

Ma sei la Benvenuta che credo io? Di dove sei?

Ciao.
Francesca

Anonimo ha detto...

Di Valbruna. O di Camporosso. Insomma in Valcanale. Certo che ci conosciamo! Ho scoperto per caso il tuo blog quando hai pubblicato quel bel post sulla Festa a Valbruna, uno splendore di fotografie.
Da pochi giorni ho un blog anch'io
http://dawit-benvenuta.blogspot.com/.
Non è un vero blog: ho messo alcuni ricordi (storie, amicizie ed esperienze) in rete. Prima di tutto per non dimenticarmene e poi perchè non sono riuscita a dirle ai miei figli, vicini e lontani ( mi dicono che parlo troppo, ed è vero, non mi azzardo a raccontare tutto).
Non credo che potrò starci molto dietro, ma mi sono tolta un peso dal cuore: le cose che ho messo lì, non le perdo più (come faccio normalmente) :-)

Complimenti a te non solo per i tuoi splendidi lavori (io che ho due mani sinistre, resto sempre affascinata da quelli come te che hanno due mani destre!) ma anche per la tua serena famiglia.
Benvenuta