martedì, settembre 09, 2008

MODELLI DI MODA




Questa la nonna Gina non me la doveva fare!

Quando ero una bambina e passavo le giornate nel suo laboratorio a cucire vestitini alle mie barbies, ogni tanto succedeva una cosa che mi incantava. La mia nonna prendeva nell'armadio i modelli dipinti a mano degli abiti che lei aveva tagliato e cucito per le sue clienti. Erano dei capolavori disegnati a matita e acquarello. Per lei erano fondamentali strumenti di lavoro. Per me nettare sublime.

Sono appena stata a Genova a trovarla e ho chiesto alla mia mamma di cercare quei modelli per incorniciarli e metterli in bella mostra sui muri del mio laboratorio.
La mamma affranta mi racconta di una sgridata furibonda di qualche anno fa...
Si era accorta che la nonna li avesse buttati via.
Buttati viaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
Nooooooooo... potrei morire seduta stante!

Se ne è salvato uno solo perchè era in disordine, in un altro armadio.
Ve lo mostro per farvi capire il mio immenso dolore.

FACCIO DUE APPELLI:
- CHIUNQUE AVESSE NOTIZIE DI QUESTO NEGOZIO "CASALINE" O "CASILINE" (Roma o Milano), E' COSI' GENTILE DA FARMI AVERE DEI RECAPITI?
- CHIUNQUE AVESSE DEI MODELLI DEL GENERE E NON SAPESSE COSA FARSENE, O VOLESSE VENDERLI, PUO' GENTILMENTE CONTATTARMI?

18 commenti:

Scarabocchio ha detto...

Il tuo immenso dolore è anche il mio!
Questa tavola è bellissima e posso solo immaginarmi le altre buttate via!
Un vero peccato!
:(

simona ha detto...

mannaggia!!!!! questa è la mania di buttare via le cose per riordinare che abbiamo noi donne!!!!!
...almeno uno si è salvato
grazie della visita
simona

La Galitera ha detto...

...BUTTATI?!?!? Ma è un DELITTO!!!!
Sono meravigliosi a dir poco, autentici capolavori, capisco il tuo dispiacere... goditi almeno l'unico rimasto (SIGH!!!) e mettilo in bella mostra!Ciao!!!

Gallinavecchia ha detto...

Nooooo! Ma come buttati via?!?
Proprio mentre leggevo le prime righe e guardavo le foto pensavo che erano talmente belli da incorniciarli seduta stante e poi leggo - orrore - che son perduti per sempre. Sì, non vi è dubbio alcuno, partecipo assolutamente al tuo dolore :-(

Anonimo ha detto...

Pazzesco! La dice lunga sulla modestia (nel senso pulito di semplicità e riservatezza) della nonna, però è proprio un delitto! Visto che sai disegnare stra-bene anche tu, perchè non provi a ridisegnarne alcuni, magari quelli che ti avevano colpito di più? Non sarà la stessa cosa, ma sarebbe un bel modo per dirle, ovunque sia lei adesso, quanto tu la abbia ammirata... Comunque un abbraccione di solidarietà.
RossellaI

Faby ha detto...

noooooooo perchèèèèè????!!!!!!..hanno il sapore d'altri tempi..mi fanno ricordare quando con mia nonna andavo a Roma alle Casiline a scegliere e comprare il modello che poi lei avrebbe cucito ....
mi dispice davvero tanto...mi raccomando custodisci gelosamente il prezioso esemplare rimasto!!

un abbraccio

fux ha detto...

@Faby:
Sìììììììììììììììììììììììììì.
La nonna se le faceva mandare per posta e mia mamma mia ha detto che le sembrava che le chiamasse le Casaline!
Allora Casiline?! Ma come si legge? Cos'è una sartoria?
Faby, sai dirmi qualcosa di più?
Che bello Internet!!!
Grazie per qualsiasi cosa tu mi possa raccontare a riguardo.
Francesca

estrellazul ha detto...

a volte succede che i nostri nonni arrivino a dimenticare cose importanti per noi, e per questo possono buttar via oggetti cari, ma la loro memoria siamo noi e auguro ogni bene alla tua nonna che ha lavorato cos' tanto; spero che tu ritrovi quanto hai perso, grazie a internet. e lunga vita alla nonna Gina !!

Faby ha detto...

nei ricordi di bambina...era un grande negozio..pieno di disegni grandi di modelli alle pareti e tanti raccoglitori da sfogliare...e lì c'erano modelli come il tuo della foto..tu sceglievi e poi lo acquistavi...io adoravo andare a sfogliare gli abiti da sposa!!!
non so se esiste più..cercherò di sapere

un abbraccio

fux ha detto...

@faby: graaaaazieeeeeeeee!
Francesca

Nefertari ha detto...

E' stato un vero peccato averli persi.
Sai che anche mia mamma ne ha alcuni simili che conserva gelosamente? Non avevo mai pensato di incorniciarli, mi hai dato una grande idea. Grazie!
Mariagrazia

dana ha detto...

ho provato un tuffo al cuore...
E mi sono rivista bimba ,insieme alle mie sorelle,nella piccola cucina di una mia zia;lei apriva un'anta di un armadio e tirava fuori un pacco di carta marronci
na da cui estraeva questi magnifici disegni...Questa mia zia,una meravigliosa sarta,non c'è più e con lei si sono persi questi piccoli capolavori
Dana

fux ha detto...

@dana: e io ho provato un tuffo al cuore a sentire che anche i modelli della tua zia sono stati perduti.
Ma è possibile!
Non mi do pace.

VI PREGO, SE QUALCUNO NE AVESSE IN UN VECCHIO ARMADIO, MI PIACEREBBE ACQUISTARGLIELI.
Grazie per la visita. Ho visto il tuo blog in costruzione. Verrò a trovarti.
Un abbraccio.
Franci

Fulvia ha detto...

come ti capisco anch'io sarei morta per una cosa del genere perchè oltre ad essere un ricordo della nonnina sono anche cose preziose sia affettive che materiali

air drying dessicants ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Buongiorno,
Il negozio che stai cercando si chiama esattamente come ricordava tua nonna, "Casaline", e si trovava in una strada adiacente a via Nazionale a Roma.
La mia mamma ha lavorato tanti anni in quel laboratorio e anche io, da bambino, la aiutavo a ritagliare i modelli di carta.
Non penso che il negozio esista ancora, ma posso chiedere...
Daniele

fux ha detto...

Carissimo Daniele,
io speravo che un giorno il mio appello arrivasse alle orecchie della persona giusta.
Davvero puoi aiutarmi?
Tu credi che ci possano essere in qualche cantina dei vecchi cartamodelli con quegli stupendi disegni? Conosci ancora qualcuno legato a quel negozio? La tua mamma ci ha lavorato. Che meraviglia. Chissà che bei ricordi...
La mia nonna era una bravissima sarta. Si chiama (perchè ora ha quasi 102 anni!) Gina Pisotti. E' di Genova. Aveva acquistato decine e decine di cartamodelli in quel negozio. Li riceveva per posta.

Semmai scrivimi in privato.
ghiglionetonazzi@alice.it

Mi faresti un regalo grande.

Francesca

fatacicci ha detto...

Alla fine hai trovato qualcossa? Anche io rucordo perfettamente il negozio a Roma. Ora c'è il negozio di Mitsukishi. Ho cercato in rete tante volte per vedere di trovare qualcosa ma niente!!!! Se vuoi puoi scrivermi in privato. Pace.eli@gmail.com