sabato, ottobre 29, 2011

TRAPUNTINA BABY


Questa trapuntina nasce dalla mia esperienza di mother-of-three.
Ho sempre odiato trovare il lenzuolino in fondo alla culletta, sapientemente spinto laggiù da una miliardata di calcetti dei miei piccolini.
Così ho pensato a questa trapuntina foderata da un cotonino, leggero come un lenzuolino.
Praticamente un DUE-IN-UNO, come shampoo e balsamo!

Io l'ho utilizzata tantissimo anche per le trasferte, per i pisolini nel lettone degli amici, oppure per coprire le gambine sul passeggino.
Sempre praticissima, da poter buttare il lavatrice senza tanti pensieri.

Essendo un regalo di nascita ho fatto un pacchettino regalo in tinta con il contenuto.


Sulla trapuntina questa volta ho applicato l'iniziale di Giacomo, altre volte dei cuori....


... oppure una barchetta...


... un orsetto...


... o anche nulla e l'ho lasciata semplice.

venerdì, ottobre 28, 2011

TELO BAGNO BABY


Ma che bello quando nascono i bimbi!!! Che gioia infinita.

Asciugamano baby in versione solo-in-spugna (senza il cotone nido d'ape).
Ha l'iniziale applicata a mano e, nello stesso tessuto a fiorellini, un'asola (in alto a metà dell'asciugamano) per poterlo appendere agevolmente al gancio del bagno.
Uno per un bébémaschietto e uno per una bébéfemminuccia.
Pacchettino regalo in tinta col contenuto.

Se penso a quanti chilometri faranno questi doni.....

mercoledì, ottobre 26, 2011

BRACCIALETTI CON BOTTONI DI MADREPERLA








Alla Fiera di Vicenza c'è stato "Abilmente".
Amo andarci sola per poter prendermi i miei tempi per gli acquisti.
Quest'anno bottoni di madreperla colorati per fare questi deliziosi braccialetti, poi i tessuti batik che vedete come sfondo nelle foto (acquistati da Mercerie e Dintorni) e bellissime perle per i portachiavi della nuova collezione 2012.

martedì, ottobre 25, 2011

GRUCCE BABY IN ROSA


E' in partenza un grosso pacco pieno di grucce! Anzi due.
Queste, per una bimba, vanno di qua...


... e queste per un'altra bimba, belle impacchettate, vanno di là.

sabato, ottobre 22, 2011

BRACCIALETTO CON BOTTONI DI MADREPERLA


L'importante è l'idea. Ma quella non è mia!
E' di Francesca, mia omonima. Una ragazza assai sveglia e carina, dalla manualità precisissima e dai modi gentili.
L'ho incontrata alla fiera di Vicenza, nel suo stand assieme alla sua mamma, e spero di trovarla il prossimo anno con una sorpresa. Che abbia aperto un blog o un sito. Cosa che al momento purtroppo non ha.
Da lei ho acquistato una discreta quantità di bottoni di madreperla molto belli e di qualità. (Per intenderci, non sono quelli che si comprano nelle bustine e che servono anche per lo scrap.)

Il bello è che questa stupenda idea si può utilizzare per realizzare braccialetti con bottoni vintage. Di quelli io ne ho una caterva: tutti ovviamente della mia nonna Gina e ovviamente hanno un valore inestimabile.

Oggi ho realizzato questo che vi mostro per una ragazzina e spero proprio che le piaccia.

domenica, ottobre 16, 2011

ANCORA IN PROGRESS


Salagaduuuula mencicabulaaaaaaa...
... bibidy bobidy bùùùùùùù!
Eh sì, era un indovinello un po' difficilotto.
Ma era così divertente la forma di questo cartamodello, che non ho resistito a porvelo.
Oltretutto in questa stagione si prestava ad essere scambiato per qualche diavoleria di Halloween.
Niente di tutto questo.
Si tratta di una delle infinite cause di cui devono andare fierissime le mie amiche di Cuore di Maglia.
Queste "ragazze" ci mettono proprio il cuore.
Hanno messo in piedi una rete di generosissime knitters e forniscono cappellini, cuffiette, scarpine, copertine, ai bambini nati prematuri delle Terapie Intensive Neonatali, negli ospedali della loro zona.

La sede di Cuore di Maglia è in Piemonte, ma a noi che siam lontane dispiace solo (e non poco) di non poterci andare di persona. Se siam lungi dal Nor Ovest la posta e i corrieri arriveranno ad Alessandria al posto nostro in men che non si dica.

Questa volta c'era pane per i miei denti: finalmente una cosa da cucire e non da lavorare a maglia. Cucire col cuore, s'intende... altrimenti non vale.
Quello strano pipistrello altro non è che un piccolo body, un mini body, un MiniBodyBù.
E' così che in gergo si chiama.


E' un body che non si deve infilare dalla testa. Basta appoggiarci sopra il piccino e avvolgerglielo addosso, fermandolo sul pancino e sulle spalle col velcro o con gli automatici di plastica.

Le mie amiche, che oggi mi hanno dedicato persino un post, sappiano che essere così lontane non mi piace proprio per niente! Vorrei poter vederle più spesso de visu, con baci e schiocchi come piace a noi. Cerco di accontentarmi del telefono e di Internet, ma felice non sono!

Concludendo, io mi auguro che qualcuna di voi riesca a trovare un po' di tempo per visitare il blog di Cuore di Maglia e magari a riuscire a dedicarne anche un po' per cucire o lavorare a maglia per loro.
Più siamo, meglio è. Se non siete capaci voi, magari avete qualche amica o qualche zia che lo farebbe volentieri.
Cuore di Maglia fornisce le misure (microscopiche) per i cappellini e le scarpine dei bimbi nati prematuri, ma anche il pattern del MiniBodyBù.
Se invece uno ha piacere, può aiutare Cuore di Maglia con una donazione, anche minima.
Il link a Cuore di Maglia
è sempre stato sulla destra del mio blog (andando giù con le frecce) e sempre ci sarà.
Per i più pigri lo metto anche qui.


A breve formulerò un tutorial per la realizzazione del MiniBodyBù.
Prossimamente su questi schermi!

venerdì, ottobre 14, 2011

IN PROGRESS


Ma cosa sarà mai 'sta papera?


Ah, no, UPS, forse è un pippistrello...


Forse no...
... sono tanti pippistrelli.

Sono ancora in lavorazione, ma intanto ve li mostro.

Sul pattern non c'erano indicazioni (sapevo solo: COTONE 100%) allora mi sono data delle regole da sola, altrimenti non mi sarei divertita.
1) solo stoffine di recupero in colori delicati
2) un pezzo unico senza giunte
3) bordino bianco per tutti perchè devono poter essere buttati in lavatrice senza ritegno
4) cucirne un paio al giorno almeno, nei ritagli di tempo

Ma cosa sono? ;)

Primo indizio.(Chi sa già cosa sono, so che riderà.)
Cantate:
SALAGADULA MENCICABULA....

domenica, ottobre 09, 2011

CRESIMA IN AZZURRO E VERDE


Una ragazzina adolescente che non ama il rosa (tale e quale a mia figlia!) ha scelto una bellissima gradazione di azzurri-verdi per festeggiare la sua cresima.
Inoltre mi ha chiesto un portachiavi tutto per lei.
Ed io l'ho pensato così.
Le ho anche dedicato un'etichetta in tessuto con la sua iniziale dipinta a mano.
Cliccate due volte sulle foto per ingrandirle.


Questo è il dettaglio di una perla che riflette a specchio.

INTERVISTA A FUX TIPO LE "IENE"


Di ragazzine intraprendenti, ne conosco bene di persona due o tre. Sono armate di quella sana curiosità e di quella voglia di conoscere che le porterà lontano. Le conosco nella vita e abitano in città lontane tra loro e spesso penso che se si frequentassero, sposterebbero una montagna.
In questi giorni ne ho conosciuta un'altra nel web: mi ha scritto lei, Giulia, e mi ha chiesto di potermi intervistare in stile "Le Iene", perchè avrebbe voluto far nascere un nuovo blog di sole interviste alle sue blogger preferite.
Detto fatto. E' nato Blogger 10+.
Volentierissimo mi sono divertita a rispondere alle sue domande veloci e sintetiche, tipiche del mondo d'oggi.
Ne è venuto fuori un bellissimo post.
Pssst, sapete che questo portento di ragazzina ha solo 16 anni?!
Io dico che abbia grinta da vendere...

Qui l'intervista.
Qui l'altro suo blog creativo.

Cara Giulia, good luck per il tuo nuovo blog.

martedì, ottobre 04, 2011

ATTACCO CREATIVO!


Va bene non buttare via il superfluo, ma io a volte non riesco ad eliminare neanche i pezzettini piccoli di stoffa! Ora ero arrivata ad un punto in cui non si chiudeva più il coperchio della scatola.
E allora... mumble mumble...pensa che ti pensa... ecco che è arrivato un attacco irrefrenabile. Idea! Faccio fuori i ritagli dei vecchi tessuti americani, delle stoffine della nonna Gina. Parola d'ordine: colore colore colore.


L'idea è stata di fare innumerevoli striscette (con gli abbinamenti di colore più pazzi) di 3 cm, o di 3,5cm, di 4, di 4,5, di 5, di 5,5, di 6. Lunghe a piacere.
Poi ho cucito assieme un serpentone di quelle da 3, poi un serpentone di quelle da 3,5cm, e così via. In realtà si dovrebbero chiamare in gergo "tagliatelle".


Poi mi sono divertita ad inserire tantissimi nastri, pizzi, merletti della mia nonna Gina. Alcuni sono dei piccoli capolavori. Vi devo assolutamente mostrare questo nastrino con gli asterischi rossi. Quando l'ho guardato a rovescio e ho capito che era fatto a mano, punto per punto, sono rimasta a bocca aperta!


Comunque, fare questo lavoro, non è come dirlo. Bisogna avere la pazienza dei santi!
E' tutto un taglia, stira, cuci, stira, taglia... cuci per così, giunta per cosà, dritto contro dritto o dritto sovrapposto.
E sì, perchè altrimenti è troppo facile! Le sfide mi divertono un sacco.
E ora ho il piacere di mostrarvi il rovescio, perchè ha il suo because....


Potete cliccare sulla foto e si ingrandisce.

E sapete cosa viene fuori da questo pezzo di stoffa patchwork?
La risposta nelle prossime puntate!

sabato, ottobre 01, 2011

TORTA DI MELE


E' la torta di casa per eccellenza. Fatta e rifatta ottomila volte.
In casa nostra non si fa mai la dose base della ricetta, ma la doppia dose (vedi foto). Così, si fa colazione la mattina seguente o merenda a scuola.
Oggi 4 dosi per portarla in parrocchia all'innaugurazione dell'anno dell'oratorio.
Quest'estate al campo dei ragazzi, invece, 5 dosi. Lì indossavo ogni giorno grembiule e cappello da cuoco. Una vera chiccheria e un pizzico di incosciente follia!

Faccio solo una premessa. Con le dosi qui segnate, viene una torta molto ricca di frutta. Se si preferisce una torta più asciutta, mantenere la dose base delle mele e raddoppiare tutti gli altri ingredienti.

INGREDIENTI:

1Kg DI MELE MISTE
100g DI ZUCCHERO + 2 CUCCHIAI (da aggiungere alla fine)
100g DI FARINA
1 UOVO + 1 TUORLO
1dl DI LATTE
BURRO A FIOCCHETTI
1 BUSTINA SCARSA DI LIEVITO
1 BUSTINA VANILLINA
ZUCCHERO A VELO
BUCCIA DI UN LIMONE
SALE
PANGRATTATO FINISSIMO

- setacciare la farina assieme alla vanillina e al lievito
- sbucciare un limone e ricavare solo la scorza gialla


- tagliuzzarla con la mezzaluna o con un grosso coltello affilato


- imburrare la teglia e cospargerla con un cucchiaio di pangrattato
- accendere il forno a 150gradi
- battere con le fruste le UOVA + 100g ZUCCHERO + un pizzico di SALE
- aggiungere la scorza grattugiata del limone mescolando
- aggiungere il latte mescolando
- aggiungere la farina-lievito-vanillina mescolando
- sbucciare le mele, tagliarle a piccoli pezzetti e tuffarle man mano nell'impasto mescolando in modo da sommergerle (altrimenti diventano nere)


- versare il tutto nella teglia imburrata
- cospargere la superficie con cucchiai di zucchero e fiocchetti di burro a piacere.
- infornare in forno caldo


- cuocere fino a che la torta è ben dorata (deve essere scura perchè lo zucchero caramella un po').

P.S.:
Conoscete questo fantastico attrezzo?


E' utile quando si devono sbucciare tante mele!
Basta infilzare e poi girare la manovella!


Con certe quantità vale davvero la pena...