domenica, marzo 27, 2011

ASTUCCIONE COL NOME


Ogni cosa viene fatta a mano e "cucita" sulle vostre esigenze. I colori sono quelli del cuore, il disegno applicato piacerà a chi lo riceve perchè mi avrete già parlato lungamente di lei o di lui.


Per le festicciole di compleanno, un astuccio o un beauty case personalizzato col nome. Le perle con un semplice oplà si possono togliere e potrete lavare l'astuccio in lavatrice.
Provate a darmi degli indizi.... un astuccio sarà sempre diverso da un altro.
E poi... SORPRESA!... quando aprirete la cerniera uscirà fuori un'esplosione di colori!

giovedì, marzo 24, 2011

BORSONE CAPIENTE



Quando vado al mare con la famiglia non c'è borsa che sia mai abbastanza capiente! Ovvio che ognuno debba portare qualcosa, ma sono anche importanti i "contenitori"!
E' nata così la mia borsa preferita per andare alla spiaggia.
Ci sta dentro di tutto ed è leggerissima.
All'esterno un tessuto poco sporchevole, all'interno una fantasia di cotone con disegni stile Africa. Si lava in lavatrice senza problemi.
I manici sono doppi, per portarla a mano o in spalla.
Ma a dirvi la verità.... non basta neanche questa?

Ottima anche come idea regalo.

venerdì, marzo 18, 2011

T SHIRT COL CUORE DI BOTTONI


Cosa ve lo dico a fare che questo lavoro è fatto col cuore?!
Questo è uno di quei lavori in cui ci vuole la pazienza dei santi...
Che se uno vede il lavoro finito, magari non ci pensa quanto lavoro ci sia dietro.
Come quando si vede arrivare una bella torta dorata e profumata in tavola che solo chi l'ha fatta sa quante pignatte ha dovuto lavare!
Ma quando si fanno le cose per piacere e con amore a questo non ci si bada proprio. Ma proprio niente. Ci si diverte da morire.


Chi volesse cimentarsi in questo divertente lavoretto, potrebbe curiosare qui sotto.
Vi spiego un po' per sommi capi come ho fatto.
In notturna anche questa volta!
Ho posizionato i bottoni sulla maglietta, semplicemente appoggiandoli.
Con la pistola della colla a caldo, ma senza premere sul grilletto, ho appena toccato i bottoni uno per uno sul retro e li ho riposizionati al loro posto in modo che non si muovessero più.
Con la macchina da cucire ho cucito i bottoni uno per uno con il filo in tinta, stando attenta a non far ingarbugliare i fili. Ho utilizzato il punto zig zag con lunghezza zero, regolando la larghezza per ogni bottone. Tra un bottone e l'altro ho tagliato i fili.


Ho risvoltato la maglietta e ho passato tutti i fili sul rovescio bottone per bottone.


Ho annodato i fili di ogni bottone con nodi piani.



Per ingrandire bene le foto cliccateci sopra.


Tanti auguri, Benedetta!

mercoledì, marzo 16, 2011

GRUCCE DECORATE


A volte mi stupisco anch'io di certe ordinazioni.
Queste due sono state singolari perchè sono arrivate nello stesso giorno: entrambe chiedevano tante grucce, tutte da bébé, tutte in rosa, tutte col cuore, alcune col fiocco, alcune con la rosellina.
Oggi i due scatoloni sono partiti sotto la pioggia battente, colmi di più strati di gruccette ben protette e imballate.
Una va al Nord e una al Sud e io ho controllato mille volte perchè non succedesse il fattaccio di invertire gli indirizzi.
Tranquilli, tutto giusto!



Sembrano uguali, no?!
Ma il bello è sempre nel fatto che potete chiedermi i dettagli che più vi piacciono, che meglio si intonano con la cameretta dei vostri bambini.
Dentro allo scatolone ognuno troverà quello che ha chiesto.

Se volete vederne altre, di mille altri colori, nel mare magnum del mio blog, cliccate qui.

giovedì, marzo 10, 2011

I SALTI MORTALI



Non credo che lo spettacolo sia stato bello come quello circense, questo no, ma so di aver dato il massimo: salto carpiato, poi salto mortale con triplo avvitamento....
Non so, non capivo più dove fosse il Nord e dove fosse il Sud!
E poi col brivido della notturna.
Ma per fortuna sono atterrata in piedi in perfetto equilibrio.
Un fiatone che non vi dico...

Praticamente è successo così:
a Londra in questi giorni c'è una bellissima e intrigantissima fiera che si chiama La dolce vita e promuove tutto ciò che è Made in Italy...
poi c'è un sopraffino wedding planner che si chiamaSposiamoVi, che organizza matrimoni da sogno in Italia, che va a promuovere la sua attività proprio a questa fiera...
quindi c'è una scoppiettante agenzia di grafica e pubblicità che si chiama Visual Think che gli crea ad hoc una bellissima brochure, da consegnare ai potenziali clienti stranieri (che volessero sposarsi nella nostra bella Italia), contenente un cd carico di foto che farebbero sognare chiunque.



A questo punto manca solo una bella busta in cui racchiudere la brochure e, già che siamo in tema, un pacchettino di confetti...




ALLORA ARRIVA FUUUUUUUUUUUUUUUX!

... perchè la busta deve essere di tessuto, deve sembrare una bomboniera, deve essere fatta a mano, deve essere delicata, deve essere elegante, deve essere soprattutto pronta in una settimana...
Ma che dico "deve"... ne servono 250 e, siccome io sono pazza incosciente, ho deciso di accettare questa folle sfida.



In 5-giorni-5, contro ogni legge della fisica e della comprimibilità del tempo, il lavoro è stato tagliato, piegato, appuntato, cucito, risvoltato, tagliato, cucito, ritagliato e soprattutto stiraaaatooooo.

FFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFIIIIIIIIIIUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU!

Sono viva per miracolo, però.... che soddisfazione quel sorriso di Roberta!

Oh, gente, non prendeteci gusto, però!
E' stata un'eccezione. Sottolineo, un'ec-ce-zio-ne.
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

martedì, marzo 08, 2011

BATTESIMO CON SONAGLIETTO ARGENTO


Voi non sapete che felicità mi dia il ritorno affezionato delle mie clienti.
Qui è per la terza volta e quindi è una gioia grandissima.
Sono felice e onorata.




Il battesimo è l'attribuzione del nome percui, mai come in questi casi, sono felice di dipingere l'iniziale sui sacchettini di confetti.
Un sonaglietto in argento tintinna gioioso ogni volta che si prende in mano il vassoio.




LISTINO PREZZI solo BOMBONIERE

sabato, marzo 05, 2011

CONCORSO "L'ARTISTA DEL MESE"


VOTATEMI VOTATEMI VOTATEMI!
(leggete in fondo al post)


Menti ingegnose queste!
La loro filosofia è raccogliere e mettere in comunicazione tutte quelle persone che abbiano una passione per il creare e l'inventare, sotto ogni possibile forma artistico culturale, o anche solo per il comprare :-)

Il loro nome è stupendo: Il frutto dell’Ingegno.
Hanno un SITO
e sono su FACE BOOK per dare visibilità e valorizzare la creatività.

Hanno istituito un concorso curioso che si chiama “L’ARTISTA DEL MESE – Il frutto dell’ingegno”.

Io questo mese di marzo ho voluto partecipare con le mie targhette per le valigie, realizzate con gli avanzi di una vita di lavoro da sarta della mia nonna Gina, ora 99enne!




Vince il concorso chi riceve più consensi.
VOTATEMI su Face Book cliccando su MI PIACE (accanto alla foto delle mie targhette).
Ci arrivate CLICCANDO QUI.

… e grazie mille davvero!

venerdì, marzo 04, 2011

MATRIMONIO IN BIANCO E LILLA


Oh, come mi sono divertita questa volta!
Ho disegnato le iniziali degli sposi semplificando un bellissimo monogramma stampato sugli inviti e sui bigliettini. L'effetto generale è lo stesso e gli invitati lo troveranno dappertutto, anche dipinto a mano sui sacchettini dei confetti.



Poi ho cucito, by night come già sapete, un bel cuscinetto portafedi. Cuci qui e taglia lì, tante piegoline e spilli colorati, sono riuscita a farmi andare bene anche un nastro troppo alto.
Infine un tocco di lilla anche sui secchielli porta confetti da mettere sui tavoli.
Il colpo d'occhio finale è davvero bello.




E chissà che bella la sposa, chissà lo sposo... e i fiori... e i centrotavola e...

Tanti auguri ragazzi. Che sia una giornata assolutamente meravigliosa!

mercoledì, marzo 02, 2011

SALVAPADELLA


Si intervallano tra una padella e l'altra, quando sono impilate, per far sì che non si righino.
Questo è il loro scopo.
Ma possono anche essere messi tra i grandi piatti di portata, tra i vassoi...

Anche questi semplici salvapadella hanno subìto migliorie con il tempo.
Solo l'esperienza aiuta a migliorare.
Per esempio i primi che avevo fatto erano troppo piccoli, o per lo meno, servivano solo per le piccole padelle. Percui ora sono diventati di 25cm di lato.
Altra cosa. Con il lavaggio mi sono accorta che il fronte e il retro si restringevano in modo diverso percui il tessuto tirava. Per questo motivo, ora, lavo il tessuto prima di cucirlo. Questo stratagemma serve sia a stabilizzare in restringimento, sia a levare l'appretto che non mi permetterebbe di dipingerci sopra.

Sono in tessuto antimacchia, facile da lavare e da stirare.
Sono bordati con passamaneria di ottima qualità.
Si possono lavare tranquillamente in lavatrice.

CUSCINETTO PORTAFEDI



Questa settimana sto lavorando in bianco e lilla per due sposi che abitano in suolo straniero.
Sui loro sacchettini ho ripreso il monogramma che era stampato sui loro inviti e sui bigliettini. Ho dovuto semplificare leggermente il segno perchè dipingere a mano col pennello sulla stoffa non è proprio scorrevole.
Qui il loro cuscinetto portafedi, in assoluta sintonia con le bomboniere che saranno pronte fra un paio di giorni.

CUSCINETTO PORTAFEDI: TUTORIAL

Tutorial in notturna questa volta.
In questo periodo ogni ora entro mezzanotte è buona per lavorare!

Tagliare in dritto filo due quadrati di lino di 20cm x 20cm.
Disegnare su uno dei due quadrati di lino, centrato nel tessuto quadrato, il contorno del cuscino con gli angoli arrotondati.


Tagliare un pezzo di nastro di 1,20cm circa.
Appoggiare il nastro su questo segno tenendosi 0,5cm all'interno del profilo e appuntarlo man mano, seguendo sempre il profilo fino a chiuderlo.


Attenzione! Negli angoli arrotondati formare con il nastro fitte piegoline.


Cucire a 0,5cm dal bordo interno del nastro (andando quindi a cucire sopra al disegno del profilo che rimane nascosto sotto al nastro).
Questa operazione serve a fermare il nastro ed a eliminare gli spilli dal lavoro.




Fare molta attenzione negli angoli.


Il risultato è questo. (Potete cliccare sulla foto per ingrandirla.)


Girare il tutto sottosopra.


Tagliare a 0,5cm all'esterno della cucitura.


Negli angoli tagliare a zig zag.


Dall'altra parte viene così.


Per fissare il retro sovrapporre il lavoro, come nella foto, sull'altro quadrato di lino e appuntarlo con gli spilli.


Cucire appena all'interno della cucitura esistente, lasciando una piccola apertura non cucita.


Infine risvoltare e stirare.
Prima di riempire di ovatta, fare un piccolo segno nei due punti dove si vuole posizionare le fedi.
Riempire il cuscinetto di ovatta, chiudere l'apertura con un piccolo sottopunto invisibile. Cucire i due nastrini per le fedi prendendo entrambi i tessuti e tirando bene il punto.